HomeNewsLe azioni AMD precipitano perché ammette che la domanda di PC non è più alta come una volta

Le azioni AMD precipitano perché ammette che la domanda di PC non è più alta come una volta

News Team

Tuttavia, il gioco continua a essere un grande guadagno per l’azienda.

Advanced Micro Devices, Inc. (NASDAQ: AMD) ha pubblicato un rapporto preliminare sugli utili del terzo trimestre e Wall Street non è soddisfatta. La società ha registrato un fatturato trimestrale di 5,6 miliardi di dollari, che è ben al di sotto della precedente stima di 6,7 miliardi di dollari. Alla chiusura degli scambi il 7 ottobre, le azioni della società erano scese di quasi il 14%. Brutale.

AMD attribuisce il calo al mercato dei PC debole e scorte maggiori del previsto. Il business dei clienti di AMD ha visto un enorme calo del 53% delle entrate solo nell’ultimo trimestre! Questo deve far male.

Gli stessi fattori hanno portato Intel e NVIDIA Corporation (NASDAQ: NVDA) a emettere guadagni inferiori alle attese nelle ultime settimane e mesi. La flessione del mercato dei PC è particolarmente stridente, anche se forse non del tutto così grave come sembrerebbe, a seguito del boom delle vendite di case legate alla pandemia.

Anche le preoccupazioni economiche continuano a pesare pesantemente. La spesa discrezionale sta diminuendo con il deterioramento delle condizioni economiche. Nel segmento dei giochi, le vendite sarebbero sicuramente rallentate poiché i consumatori attendevano il lancio delle CPU AMD della serie Ryzen 7000, con le nuove schede grafiche Radeon in arrivo entro la fine dell’anno.

In effetti, il business dei giochi di AMD rimane un punto di forza. È ancora in aumento del 14% su base annua. Si potrebbe supporre che il 14% sia stato fortemente potenziato durante la prima parte dell’anno, poiché i minatori di criptovaluta hanno acquistato ogni GPU su cui potevano mettere le mani.

Secondo una ricerca di IDC e Gartner, il secondo trimestre ha visto uno dei maggiori cali delle vendite di PC da molti anni. Tuttavia, secondo IDC, le vendite globali di 71,3 milioni di PC non sono molto al di sotto del livello pre-pandemia di 74,3 milioni. Sarà interessante vedere i risultati del terzo trimestre. Un altro calo sarà motivo di preoccupazione e le aspettative sono basse dopo una serie di scarsi rapporti sugli utili dei semiconduttori.

I risultati del quarto trimestre di AMD includeranno le vendite di CPU Ryzen 7000 e un rivolo di schede grafiche RDNA 3. Basteranno per dare una spinta ad AMD? Un volume relativamente basso suggerirebbe di no, ma se l’economia globale inizia a riprendersi, i giocatori torneranno con i soldi in mano. AMD, Intel e Nvidia sperano che sia così.