HomeNewsBed Bath & Beyond chiude quasi il 40% in più, AMC aumenta mentre le chiacchiere di meme sulle bacheche dei messaggi aumentano

Bed Bath & Beyond chiude quasi il 40% in più, AMC aumenta mentre le chiacchiere di meme sulle bacheche dei messaggi aumentano

News Team

Bed Bath & Beyond Inc (NASDAQ: BBBY) e AMC Entertainment Holdings Inc (NYSE: AMC) sono aumentati lunedì poiché i commercianti di meme sembravano scommettere sul titolo nonostante la mancanza di un apparente catalizzatore per la mossa.

Le azioni di entrambi i titoli fortemente short hanno chiuso rispettivamente di quasi il 40% e l’8%. Anche GameStop Corp. (NYSE: GME) ha guadagnato l’8,6%. Ad un certo punto della sessione, le azioni di Bed Bath & Beyond sono aumentate fino al 63%. Le azioni di Bed Bath & Beyond hanno registrato il loro più grande guadagno di un giorno in più di un anno.

A mezzogiorno di lunedì, Bed Bath & Beyond era il nome più cercato sul forum di discussione WallStreetBets di Reddit, secondo Quiver Quantitative. Gli utenti in un thread appuntato intitolato “GME, BBBY e AMC Memestock Megathread for Monday August 8th, 2022” sembravano acquistare azioni delle azioni al dettaglio.

Un utente ha affermato di “prendere un prestito di 27.000, è andato all in su BBY”, cosa che un moderatore del gruppo sembrava confermare. Un altro utente (TheDude0007) ha affermato di aver capitalizzato il picco di BBBY, trasformando $ 45.000 in quasi $ 450.000 utilizzando azioni ordinarie e opzioni call.

Tutti e tre i titoli hanno fatto parte della mania delle azioni meme che ha colpito Wall Street negli ultimi anni e ha portato questi nomi al rialzo poiché gli investitori hanno acquistato azioni e hanno costretto i venditori allo scoperto a tentare di coprire le loro perdite, creando quella che è nota come una “short squeeze”. Secondo i dati di FactSet, un enorme 46% del flottante del titolo viene venduto allo scoperto.

Poiché molti rivenditori devono far fronte a consumatori attenti all’inflazione e scorte in eccesso, Bed Bath & Beyond ha lottato per invertire le vendite in calo, correggere la sua strategia di merchandising e riconquistare i clienti che sono fuggiti dai suoi concorrenti. Sta anche cercando un nuovo leader dopo che il consiglio di amministrazione ha annunciato a fine giugno che il CEO Mark Tritton aveva lasciato l’azienda.

Allo stesso tempo, anche il rivenditore di articoli per la casa dell’Unione, con sede nel New Jersey, ha bruciato denaro a causa dell’aumento delle sue perdite nette. Sebbene la società non abbia fornito una previsione, ha affermato di aspettarsi un miglioramento delle tendenze delle vendite nello stesso negozio dopo il crollo del 24% anno su anno nel trimestre terminato il 28 maggio.