HomeNewsLe azioni Tesla scendono di oltre l’8% dopo il rapporto sulle consegne del terzo trimestre

Le azioni Tesla scendono di oltre l’8% dopo il rapporto sulle consegne del terzo trimestre

News Team

Le azioni di Tesla Inc (NASDAQ: TSLA) hanno chiuso in ribasso di oltre l’8% lunedì dopo che il produttore di veicoli elettrici ha pubblicato domenica i numeri di produzione e consegna del terzo trimestre che non sono stati al di sotto delle stime degli analisti.

Tesla ha riportato 343.000 consegne totali e 365.000 veicoli prodotti durante il trimestre, che hanno deluso le aspettative degli analisti di 364.660 veicoli consegnati, secondo le stime compilate da Street Account di proprietà di FactSet. Le consegne sono l’approssimazione più vicina delle vendite riportate da Tesla.

La produzione totale è aumentata rispetto al trimestre precedente del 2022, quando la società ha dichiarato di aver prodotto 258.580 auto. Tesla ne ha prodotti 19.935 dei suoi veicoli Model S e X più costosi e 345.988 dei suoi veicoli Model 3 e Y più popolari durante il terzo trimestre, secondo il suo rapporto.

Tesla ha dovuto affrontare crescenti difficoltà nei suoi nuovi stabilimenti in Germania e Texas, fatturato dei dirigenti e aumento dei prezzi delle materie prime nel terzo trimestre del 2022.

Anche l’AI Day di Tesla di venerdì ha fatto ben poco per aumentare le prospettive a breve termine dell’azienda. Mentre gli analisti rialzisti vedevano il Tesla Bot come un progetto con un potenziale, alcuni addetti ai lavori dell’industria dell’intelligenza artificiale e della robotica hanno deriso il primo prototipo, il prezzo e la sequenza temporale presentati dai dipendenti di Musk e Tesla venerdì. Gli addetti ai lavori dell’industria dell’intelligenza artificiale e della robotica erano per lo più scettici. Il professore della NYU Gary Marcus, che in precedenza ha fondato Robust AI and Geometric Intelligence, ha definito la demo del robot Tesla all’AI Day “subottimale”.

Gli analisti di Wall Street erano divisi sul rapporto del produttore di veicoli elettrici e il prezzo delle azioni in calo suggerisce che gli investitori sono preoccupati per i numeri di consegna.

Un analista di Goldman Sachs ha mantenuto il rating di acquisto di Tesla e ha affermato che la società continuerà a beneficiare del passaggio a lungo termine ai veicoli elettrici, mentre un analista di JPMorgan ha mantenuto un rating sottopesato su Tesla, affermando che il mancato guadagno era in linea con le aspettative dell’azienda.

L’amministratore delegato di Cowen per l’energia, la sostenibilità e la tecnologia della mobilità, Jeffrey Osborne, ha scritto in una nota a seguito del rapporto sulle consegne del terzo trimestre: “Tesla ha ampi contanti e ha intrapreso un’espansione significativa della produzione globale con stabilimenti in Cina, Berlino e Austin, TX con il gli ultimi due si avvicinano alla rampa completa. Mentre la concorrenza nel settore dei veicoli elettrici continua a surriscaldarsi, l’attenzione di Tesla sull’efficienza elettrica e sugli investimenti nella tecnologia delle batterie probabilmente li rende difficili da inseguire a breve termine”. Cowen ha un rating “market perform” sulle azioni di Tesla e un obiettivo di prezzo di $ 244 per azione.

L’analista di ricerca senior di AB Bernstein, Toni Sacconaghi, ha scritto in una nota dopo il rapporto sulle consegne, che ritiene che la capacità di Tesla di raggiungere la sua gamma guida di crescita delle consegne del 50% per l’anno fiscale del 2022 ora sembra “improbabile”. Ha scritto: “Tesla ha attribuito la sua carenza di unità consegnate all’aumento delle auto in transito alla fine del terzo trimestre e alle sfide per garantire la capacità di trasporto dei veicoli e a un costo ragionevole”, ma ha osservato che la produzione di veicoli è rimasta indietro rispetto a quanto si aspettavano gli analisti, secondo le stime della sua azienda.

Tuttavia, l’azienda prevede che i margini dell’azienda siano buoni per la seconda metà dell’anno.

Bernstein ha un rating “underperform” sulle azioni di Tesla e un obiettivo di prezzo di $ 150 per azione.

L’analista di ricerca di Deutsche Bank, Emmanuel Rosner, è stato nel complesso più rialzista di Tesla e ha scritto in una nota che l’azienda vede il potenziale per il concetto di robot umanoide di Tesla, soprannominato Optimus, anche se ha mostrato solo una versione “preliminare” di prima generazione a un evento di reclutamento dell’IA Day venerdì sera la scorsa settimana. Ha anche notato che Tesla continua a lavorare sulla sua tecnologia di guida autonoma e sul supercomputer chiamato Dojo per l’intelligenza artificiale.

Ha scritto: “Rimangono numerose sfide nelle prestazioni del sistema su cui il team sta lavorando (come la selezione della corsia e le svolte a sinistra), ma continua a progredire bene verso i suoi obiettivi di schieramento sull’intera flotta Tesla del Nord America da la fine dell’anno.”

L’azienda mantiene il suo obiettivo di prezzo di $ 400 per azione e vede Tesla come “una delle storie più interessanti nel settore automobilistico”.

Tesla prevede di comunicare i suoi guadagni del terzo trimestre il 19 ottobre 2022.