HomeNewsDovreste comprare o vendere azioni statunitensi dopo i verbali del FOMC?

Dovreste comprare o vendere azioni statunitensi dopo i verbali del FOMC?

Mircea Vasiu

I verbali del FOMC (FOMC Minutes) pubblicati ieri rivelano una Fed estremamente aggressiva. Quindi dovreste comprare o vendere azioni statunitensi alla luce di una più incisiva stretta monetaria da parte della Fed?

L'evento principale di questa settimana per i mercati finanziari è stato il FOMC Minutes, pubblicato ieri. I verbali mostrano quali sono state le discussioni tre settimane fa, quando la Fed ha annunciato il primo aumento dei tassi in quello che sembra essere l'inizio di un nuovo ciclo di stretta.

Pertanto, i trader si sono concentrati sulla scoperta di ciò di cui hanno discusso i membri del FOMC nel tentativo di scoprirne le prossime mosse. Come si è scoperto, i verbali hanno riportato un atteggiamento estremamente aggressivo, molto più di quanto il mercato si aspettasse, innescando così i timori che il mercato azionario possa crollare.

La Fed vede una robusta crescita economica

La prima cosa che ha attirato l'attenzione nel comunicato di ieri è stata l'opinione dei membri del FOMC secondo cui l'economia è robusta e il mercato del lavoro è forte. Naturalmente, ciò giustifica ulteriori aumenti dei tassi, ma un'economia forte sostiene anche il mercato azionario, quindi gli investitori azionari possono interpretarlo in entrambi i modi.

Molti membri della Fed sono favorevoli a rialzi dei tassi di 50 punti base

Molti membri della Fed si sono espressi nelle tre settimane successive alla dichiarazione del FOMC. La maggior parte di loro l'ha fatto in modo aggressivo, citando i rischi di inflazione al rialzo a causa della guerra in Ucraina e del blocco del COVID in Cina.

Per combattere l'aumento dell'inflazione, la Fed deve fare di più che aumentare il tasso sui fondi di 25 punti base. Dopotutto, l'inflazione ha raggiunto il 7,9% a marzo e, se deduciamo l'aumento del tasso dello 0,25%, il tasso di inflazione reale rimane elevato.

Pertanto, molti membri della Fed sono favorevoli ad un aumento dei tassi di 50 pb. Il mercato darà un'occhiata alle intenzioni della Fed nel prossimo incontro in programma a maggio.

In ogni caso, più rialzi dei tassi e una Fed sempre più aggressiva sono negativi per il mercato azionario.

L'inasprimento quantitativo arriva a maggio

Infine, a maggio sarà annunciato un inasprimento quantitativo. Il roll-off di 95 miliardi di dollari al mese peserà ulteriormente sui titoli, almeno se interpretiamo l'effetto del quantitative easing sul mercato.

Durante il quantitative easing, le azioni sono aumentate. Logicamente, durante l'inasprimento quantitativo dovrebbe accadere il contrario, o almeno le azioni avranno difficoltà ad avanzare.

Tuttavia, la verità è che non sappiamo quale sarà l'effetto dell'inasprimento quantitativo. La spiegazione è che non c'è un caso precedente con cui confrontare e interpretare, poiché l'ultima volta che la Fed ha avviato un programma simile, è stata costretta a chiuderlo a causa della pandemia di COVID-19.

Tutto sommato, gli investitori nel mercato azionario dovrebbero essere cauti perché la Fed è più che aggressiva. Storicamente parlando, in casi del genere le azioni hanno sempre avuto difficoltà ad avanzare.