HomeNewsBank of England alza i tassi: ecco perché FTSE 100 è salito a causa della decisione

Bank of England alza i tassi: ecco perché FTSE 100 è salito a causa della decisione

Mircea Vasiu

La Banca d'Inghilterra ha alzato di nuovo i tassi, ma l'indice FTSE 100 non ha battuto ciglio. Perché le azioni britanniche hanno reagito positivamente al rialzo dei tassi della banca centrale?

La Federal Reserve degli Stati Uniti ha aumentato il tasso di interesse ieri, ed oggi è stato i turno della Banca d'Inghilterra. Ha rispettato le aspettative del mercato e ora il tasso di interesse nel Regno Unito ha raggiunto lo 0,75% .

Proprio come è successo ieri con le azioni statunitensi in rialzo dopo un aumento dei tassi, lo stesso è accaduto oggi con le azioni britanniche. Il FTSE 100 è salito dopo la notizia, venendo scambiato vicino ai massimi giornalieri.

Quindi cosa ha spinto gli investitori ad acquistare azioni del Regno Unito a seguito di un ulteriore inasprimento della banca centrale?

Banca d'Inghilterra incerta su un ulteriore inasprimento

Il motivo principale per cui le azioni sono salite dopo un altro aumento dei tassi di interesse è che la Banca d'Inghilterra ha segnalato che non è sicura se un ulteriore inasprimento sia appropriato. La notizia è stata una sorpresa perché il mercato aveva messo in conto ulteriori aumenti dei tassi, e quindi le azioni del Regno Unito sono aumentate, come indicato dall'indice FTSE 100.

Il pattern rialzista suggerisce un possibile ulteriore rialzo per l'indice FTSE 100

Parlando del FTSE 100, esso viene scambiato al di sopra del canale superiore di un possibile pattern di bandiera rialzista. La mossa misurata, segnata sotto in arancione, punta a livelli molto più alti.

In altre parole, sopra i 7.230 punti il FTSE 100 sembra rialzista con un obiettivo di prezzo di circa 400 punti proiettato dal bordo superiore della bandiera rialzista. Se lo scenario rialzista resta valido nei giorni a venire, possiamo dire che la decisione della Bank of England di aumentare ulteriormente il tasso di interesse non ha avuto alcun impatto sul mercato azionario.

Per riassumere, la reazione odierna delle azioni britanniche all'aumento dei tassi della Banca d'Inghilterra è simile a quella che hanno fatto ieri le azioni statunitensi dopo che la Federal Reserve ha iniziato un ciclo di inasprimento. In altre parole, gli aumenti dei tassi sono stati preannunciati e non hanno affatto sorpreso i partecipanti al mercato.