HomeNewsApple ed Elon Musk hanno discusso di una partnership

Apple ed Elon Musk hanno discusso di una partnership

News Team

Una delle aziende più innovative degli ultimi decenni potrebbe fare affari con il CEO più influente del mondo.

È una grande sorpresa.

È una notizia che né i fan di Apple Inc (NASDAQ: AAPL) né gli ammiratori del carismatico e stravagante Elon Musk avrebbero potuto immaginare nemmeno nei loro sogni più sfrenati.

Eppure sembra che una delle aziende più innovative degli ultimi decenni e il boss più influente e visionario di questo stesso periodo stessero discutendo di una possibile partnership commerciale tra il produttore di iPhone e SpaceX, la società di lancio di razzi fondata da Musk.

La notizia è stata annunciata nientemeno che dallo stesso miliardario. In un post su Twitter, l’uomo più ricco del mondo ha annunciato che SpaceX e Apple hanno discusso di un servizio satellitare iPhone. Fondamentalmente, le discussioni tra le due parti riguardavano l’offerta di connettività satellitare agli iPhone utilizzando Starlink, il servizio Internet satellitare offerto da SpaceX.

Il team di iPhone è “super intelligente”

“Abbiamo avuto alcune conversazioni promettenti con Apple sulla connettività Starlink”, ha pubblicato il magnate della tecnologia su Twitter l’8 settembre.

Musk, che ha spesso respinto le recenti innovazioni di Apple, si è complimentato con il gigante della tecnologia: “Il team di iPhone è ovviamente super intelligente”.

Ha aggiunto che: “Di sicuro, la chiusura del collegamento dallo spazio al telefono funzionerà meglio se il software e l’hardware del telefono si adattano ai segnali basati sullo spazio rispetto a Starlink che emula il ripetitore cellulare”.

Non ha detto se la discussione fosse in corso.

Apple non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

L’annuncio di Musk arriva il giorno dopo che Apple ha presentato il suo servizio di comunicazioni satellitari in collaborazione con Globalstar, Inc. (GSAT). Il servizio consentirà infine agli utenti di effettuare chiamate di emergenza tramite una connessione satellitare anche quando non dispongono del servizio cellulare. All’inizio è limitato ai messaggi.

Le antenne compatibili con l’iPhone si collegherebbero a un satellite e comunicherebbero in luoghi dove non c’è connettività cellulare. Il servizio dovrebbe funzionare con una connessione satellitare diretta (e quindi non sarebbe compatibile con gli attuali modelli di iPhone), con la necessità di essere all’aperto e in movimento.

La funzionalità satellitare sarà gratuita con i nuovi iPhone per due anni.

“Attualmente si prevede che [Apple] renderà i servizi disponibili ai clienti durante il quarto trimestre del 2022 (…) Non vi è alcuna garanzia che il lancio del servizio avverrà”, ha affermato Globalstar in un deposito normativo.

Lunga faida

La partnership tra Apple e Globalstar ricorda un annuncio fatto a fine agosto da SpaceX e T-Mobile. Secondo l’accordo, SpaceX fornirà un servizio di connessione satellitare in aree remote dove la rete cellulare tradizionale è insufficiente.

La partnership si basa sulla tecnologia offerta da Starlink, come ha scritto Tom Bemis di TheStreet. Starlink, la rete satellitare in orbita bassa gestita da SpaceX, inizierà a lanciare una nuova generazione di satelliti il prossimo anno.

“I satelliti Starlink di seconda generazione saranno in grado di trasmettere direttamente al tuo cellulare”, ha promesso Musk. “Niente più zone morte, in poche parole”.

Il servizio utilizzerebbe lo spettro a 12 Ghz per offrire una connessione rudimentale tramite un modem 5G e dovrebbe essere lanciato in versione beta il prossimo anno, inizialmente solo con i testi.

È sorprendente vedere Musk in discussione con Apple perché il miliardario e i dirigenti di Tesla Inc (NASDAQ: TSLA), il produttore di veicoli elettrici di Musk, criticano costantemente Apple. A febbraio, Franz von Holzhausen, il capo progettista di Tesla, ha affermato che Apple non aveva inventato nulla per molto tempo.

“Oh mio Dio, ho sentito parlare dei prodotti Apple. Ora è come se non ci fosse niente da aspettarsi. Giusto!” Franz von Holzhausen ha detto a Spike’s Car Radio a febbraio. “Sento che è solo una continuazione. È solo una specie di leggero perfezionamento sulla stessa cosa”, ha detto. “Per ispirazione, è stato difficile essere, sai, super motivati da quello che stanno facendo.”

A maggio, lo stesso Musk non ha esitato ad attaccare Apple prendendo posizione sulla controversa tassa che il produttore dell’iPad e dell’orologio Apple applica alle vendite in-app e agli acquisti in-app.

“Il negozio di Apple è come avere una tassa del 30% su Internet. Decisamente non ok”, ha pubblicato il magnate della tecnologia su Twitter il 3 maggio.