HomeNews3 motivi per cui la Fed aumenterà senza paura di danneggiare il mercato

3 motivi per cui la Fed aumenterà senza paura di danneggiare il mercato

Mircea Vasiu

Il mercato azionario si dirige verso un’altra settimana di ribasso a causa degli investitori che temono le azioni della Fed per ridurre l’inflazione. Ma è possibile che la Fed inasprisca ancora più aggressivamente?

1,5 trilioni di dollari sono “evaporati” dal mercato azionario quest’anno e la tendenza sembra voler continuare. L’indice Nasdaq 100 viene scambiato nel territorio del mercato ribassista, in calo di oltre il -28% da inizio anno.

Inoltre, l’indice S&P 500 è sulla buona strada per la sua serie settimanale di perdite più lunga dal 2001. Non ha superato il rubicon in calo del -20%, ma si trova pericolosamente vicino ad esso.

Se richiesto, gli investitori danno la colpa alla Fed. È sempre colpa sua, indipendentemente dalla direzione in cui si sta muovendo il mercato.

I venditori allo scoperto hanno accusato la Fed di essere troppo allentata verso un’economia forte in fase di rialzo. Sulla sua discesa, gli investitori azionari incolpano la Fed di aver stretto troppo e troppo velocemente e di aver quindi danneggiato le azioni.

Ma tutti dovrebbero tenere a mente che la Fed non ha il mandato di mantenere elevati i titoli. Al contrario, ha come obiettivo la stabilità dei prezzi – e quell’obiettivo è in pericolo.

Quindi la Fed aumenterà anche se significa danneggiare il mercato azionario? Ecco due motivi per cui probabilmente lo farà:

  • Conseguenze politiche del non affrontare l’inflazione
  • Sono previsti troppi pochi rialzi dei tassi

Conseguenze politiche dell’elevata inflazione

L’inflazione negli Stati Uniti ha raggiunto il massimo da quattro decenni. Sebbene fosse davvero notevole,  qualche mese fa la Fed ha insistito sul fatto che l’inflazione fosse solo temporanea.

Solo che non lo era, e questo ha danneggiato la credibilità della Fed e, insieme ad essa, la credibilità di coloro che hanno esaminato il presidente della Fed.

Giacché le valutazioni di approvazione del presidente Biden vengono influenzate anche dall’inflazione, la Fed sarà costantemente sotto pressione per fare qualcosa al riguardo. E lo farà.

I partecipanti al mercato hanno prezzato troppo pochi rialzi

Secondo un recente sondaggio condotto dalla Bank of America, gli investitori si aspettano 7,9 rialzi dei tassi durante questo ciclo di inasprimento. Anche se questo sarebbe piuttosto aggressivo da parte della Fed, la matematica ci dice che i partecipanti al mercato hanno prezzato troppi pochi rialzi.

Se un aumento del tasso è di 25 punti base, la Fed ne ha già fatti 3 e ne inserirà altri 4 nei prossimi due incontri. Cioè, entro luglio, la Fed avrà effettuato 7 rialzi dei tassi.

Tuttavia, il sondaggio mostra che il 25% dei manager ritiene che la Fed cederà e aumenterà solo 6 volte, mentre il 10% crede che lo farà solo 4 volte.

Quindi, c’è differenza tra ciò che la Fed si è già impegnata a fare e ciò che alcuni partecipanti al mercato si aspettano. In quanto tale, il mercato azionario avrà difficoltà a rimbalzare dai minimi.