HomeNewsLe migliori banche europee da acquistare in vista degli alti tassi della BCE

Le migliori banche europee da acquistare in vista degli alti tassi della BCE

Mircea Vasiu

Le banche europee hanno sovraperformato negli ultimi dodici mesi poiché i rendimenti globali si sono rialzati. Ora che la Banca centrale europea (BCE) è diventata più aggressiva, quali sono le migliori banche europee da acquistare in vista degli imminenti aumenti dei tassi?

Le banche commerciali tendono a sovraperformare in un contesto in cui i tassi di interesse sono in aumento. La BCE ha colto di sorpresa i mercati all'inizio del 2022 quando ha accennato un imminente inasprimento delle condizioni finanziarie.

La banca centrale si è opposta con veemenza al rialzo dei tassi solo sei settimane prima dell'ultima riunione. Tuttavia, l'aumento dell'inflazione e il forte numero di occupati hanno costretto a una ricalibrazione della politica monetaria e la BCE ora dovrebbe realizzare almeno un rialzo dei tassi quest'anno.

Va menzionato che la BCE mantiene il tasso sui depositi a -0,5%, quindi un primo aumento non significherà molto. Tuttavia, l'inasprimento delle condizioni finanziarie porta a rendimenti in aumento e gli investitori in genere assegnano una parte dei loro portafogli alle banche commerciali della zona.

Ecco tre banche europee da acquistare in vista di un futuro inasprimento delle condizioni finanziarie:

  • Bnp Paribas
  • Credit Agricole
  • UniCredit

Bnp Paribas

BNP Paribas è una banca commerciale francese che offre prodotti e servizi bancari a livello locale e internazionale. Impiega quasi 200.000 persone ed è stata fondata nel 1848.

Il prezzo delle azioni è aumentato di oltre il 35% negli ultimi dodici anni, uno sviluppo considerevole se pensiamo che la banca paga un dividendo semestrale. Il rendimento da dividendo a termine è del 4,09% e la banca lo ha aumentato del 4,20% negli ultimi cinque anni.

Credit Agricole

Credit Agricole è un'altra banca diversificata francese, diretta rivale di BNP Paribas. Con sede a Montrouge, impiega circa 75.000 persone e il prezzo delle sue azioni è aumentato di oltre il 20% negli ultimi dodici mesi.

Il rendimento da dividendi è ancora più interessante rispetto a BNP Paribas, visto al 7,21% nel 2022. Inoltre, il rapporto P/E sembra interessante a soli 8,61 nel 2022, previsto in calo a 7,39 entro il 2024.

UniCredit

UniCredit è una banca italiana fondata nel 1870 e impiega oltre 80.000 persone. Il prezzo delle sue azioni è aumentato negli ultimi dodici mesi, offrendo oltre il 62% agli investitori.

Inoltre, paga un dividendo elevato, come si evince dal rendimento del dividendo del 4,15%.