HomeNewsDovreste comprare o vendere l’indice S&P 500 prima della riunione della Fed di mercoledì?

Dovreste comprare o vendere l’indice S&P 500 prima della riunione della Fed di mercoledì?

Mircea Vasiu

La Federal Reserve degli Stati Uniti presenterà mercoledì la sua decisione di politica monetaria. Si prospetta un aumento dei tassi, ma cosa farà l'indice S&P 500?

Giovedì scorso il rapporto sull'inflazione statunitense di febbraio ha rivelato che i prezzi di beni e servizi sono aumentati del 7,9% su base annua. I prezzi delle auto usate sono più alti del +41,2%, la benzina del +38% e i prezzi di carne, pesce e uova del +13%.

La Fed ha un duplice mandato, uno di stabilità dei prezzi e uno di creazione di posti di lavoro. Con il tasso di disoccupazione al 3,8%, ma con l'inflazione in rialzo, la Fed vede il momento opportuno per avviare un ciclo di stretta.

Si è assicurata che il mercato sapesse che avrebbe aumentato le tariffe, come è già stato comunicato molte volte. Ma dopo il rapporto sull'inflazione della scorsa settimana, il mercato prevede un inasprimento ancora più intenso.

66% di probabilità che 8 aumenti vengano messi in atto quest'anno

A seguito dei dati sull'inflazione più recenti, quest'anno la Fed dovrebbe aumentare i tassi otto volte. C'è una probabilità del 66% di un tasso dei fondi Fed di fine anno del 2%-2,25%, e tale probabilità crea problemi per il mercato azionario.

Le azioni non vanno bene in un contesto di tassi di interesse in aumento. Insieme agli eventi geopolitici che hanno colpito il mercato di recente, non ci si dovrebbe sorprendere di vedere l'indice S&P 500 in ribasso.

Anche se il quadro fondamentale sembra ribassista, che dire di quello tecnico?

L'S&P 500 rimane ribassista ed è al di sotto dei 4.300 punti

Il quadro tecnico appare ribassista mentre il prezzo si mantiene sotto i 4.300 punti. L'indice ha aperto il nuovo anno di negoziazione ai massimi storici, ma da allora è in calo.

Venerdì scorso, il rendimento negativo dell'S&P 500 di -11,8% da inizio anno è stato il quarto peggiore nella storia. Tuttavia, se la storia ci insegna qualcosa, gli investitori dovrebbero comprare il ribasso perché ogni volta che si è verificato un tale calo, il mercato azionario ha chiuso l'anno con solidi guadagni.

Per quanto riguarda il quadro tecnico, si può individuare un motivo testa e spalle in divenire. Prima di dirigersi verso la mossa misurata, il prezzo in genere testa nuovamente la scollatura, cosa che ha già fatto.

Se il mercato non è in grado di tornare al di sopra di 4.300 punti, la tendenza rimane ribassista. Ma la Fed ha ancora le carte in regola in quanto potrebbe offrire un aumento "accomodante", ad esempio suggerendo che il mercato è molto più avanti di se stesso quando si tratta di valutare i futuri rialzi dei tassi.