HomeNewsCome ridurre la volatilità del portafoglio con queste 3 utility americane

Come ridurre la volatilità del portafoglio con queste 3 utility americane

Mircea Vasiu

Il settore dei servizi pubblici statunitensi è noto per la bassa volatilità e gli alti rendimenti della distribuzione. Ecco tre titoli da aggiungere al vostro portafoglio per ridurre la volatilità guadagnando un forte dividendo: NextEra Energy, Duke Energy e Dominion Energy.

Le società di servizi pubblici sono note per la loro bassa volatilità e gli alti rendimenti di distribuzione e, per questi motivi, sono spesso un'opzione interessante per diversificare il portafoglio guadagnando dividendi. Ecco tre utilities statunitensi per ridurre la volatilità del vostro portafoglio: NextEra Energy, Duke Energy e Dominion Energy.

NextEra Energy

NextEra Energy ha sede in Florida ed è stata fondata nel 1925. Serve 11 milioni di persone e genera e vende elettricità.

Ha una delle serie più lunghe di aumento dei dividendi annuali: 26 anni consecutivi. Inoltre, il rapporto di pagamento dei dividendi è del 60,63% e il rendimento del dividendo a termine è del 2,03%. NextEra opera con un margine di profitto lordo negli ultimi dodici mesi superiore del 17,91% alla mediana del settore.

Oltre al dividendo trimestrale, anche gli investitori hanno beneficiato dell'apprezzamento del prezzo delle azioni. Nell'ultimo decennio, il prezzo delle azioni di NextEra è aumentato di oltre nove volte e recentemente ha toccato i 90$.

Duke Energy

Duke Energy è un'altra utility statunitense, questa volta con sede a Charlotte, nella Carolina del Nord. Serve quasi 10 milioni di clienti e genera e distribuisce elettricità in 19 stati.

Sia il dividend yield sia il payout ratio sono addirittura superiori a quelli pagati da NextEra: rispettivamente 2,78% e 72,93%. Inoltre, negli ultimi 5 anni, il tasso di crescita del dividendo è stato del 3,03% e la società ha aumentato i pagamenti annuali agli azionisti negli ultimi 10 anni consecutivi.

Dominion Energy

Dominion Energy ha sede a Richmond, in Virginia, e impiega quasi 20.000 persone. Produce e distribuisce energia in Virginia e North Carolina e opera con un margine di profitto lordo negli ultimi dodici mesi del 49,26%, superiore del 15,43% alla mediana del settore.

Il prezzo delle azioni è aumentato del +8,72% negli ultimi dodici mesi e attualmente la società ha una capitalizzazione di mercato di 64,94 miliardi e un valore aziendale di 109,03 miliardi. Dominion paga un dividendo trimestrale ai suoi azionisti e il rendimento da dividendo a termine è del 3,33%, mentre il rapporto di pagamento è del 66,84%.