HomeNewsLe azioni SoFi salgono verso il giorno migliore dall’inizio del 2021 nonostante i numeri “triste” dei prestiti studenteschi

Le azioni SoFi salgono verso il giorno migliore dall’inizio del 2021 nonostante i numeri “triste” dei prestiti studenteschi

News Team

SoFi Technologies Inc (NASDAQ: SOFI) ha fatto molta strada dalla sua fondazione come piattaforma di prestito studentesco e quell’espansione in nuove aree di business ha dato buoni frutti per l’azienda anche nel mezzo di una moratoria sui prestiti studenteschi.

Le azioni di SoFi sono aumentate del 25% negli scambi di mercoledì mattina e sono sulla buona strada per il loro più grande aumento percentuale in un giorno dal 7 gennaio 2021 dopo che la società ha mostrato agli investitori i vantaggi della sua strategia di diversificazione nonostante un panorama più debole per alcune delle sue aree di attività.

“Con la moratoria sui prestiti studenteschi ancora in corso e il mercato immobiliare in difficoltà, l’attività di prestito personale di SOFI è stata la stampella che ha resistito al segmento dei prestiti”, ha scritto l’analista di Mizuho Dan Dolev.

Ha notato che il tasso di crescita del 91% su base annua dei prestiti personali dell’azienda era certamente inferiore al tasso del 151% che SoFi ha sfoggiato nel primo trimestre, ma ciò nonostante, la società ha ottenuto una crescita sequenziale del 20% sulla metrica per il secondo quarto dritto.

Anche l’analista di MoffettNathanson Eugene Simuni ha evidenziato i rendimenti della diversificazione.

“Nonostante il pessimo andamento del business dei prestiti agli studenti (originations
sono scesi del 54% su base annua e del 60% in sequenza), SoFi ha battuto comodamente le aspettative di ricavi e profitti complessivi poiché gli altri segmenti di business (in particolare il franchising di prestiti personali) hanno continuato a crescere rapidamente”, ha scritto in una nota intitolata: “Nessun prestito studentesco, Nessun problema.”

L’analista di Wedbush David Chiaverini ha elogiato lo slancio dei depositi di SoFi, poiché la società ha registrato oltre $ 100 milioni di afflussi settimanali durante il trimestre e ha chiuso il periodo con oltre $ 2,7 miliardi di depositi totali.

Questa tendenza ha consentito a SoFi di “ridurre la sua dipendenza da prestiti all’ingrosso a costi più elevati”, ha scritto, mantenendo un rating sovraperformato e un prezzo obiettivo di $ 8 sulle azioni.

John Hecht di Jefferies è stato altrettanto ottimista sui numeri di deposito. “Il finanziamento incrementale dei depositi ha avvantaggiato NIM [margine di interesse netto] e ha fornito sicurezza data l’incertezza macro e l’aumento dei tassi”, ha scritto, mantenendo il suo rating di acquisto e l’obiettivo di $ 10.

Questo non vuol dire che agli analisti non siano rimaste alcune domande che emergono dal rapporto. Per uno, Dolev ha evidenziato che la società ha aumentato le sue previsioni per l’intero anno per gli utili rettificati prima di interessi, tasse, ammortamenti e ammortamenti (Ebitda) solo di $ 4 milioni, nonostante abbia battuto la metrica di $ 10 milioni nell’ultimo trimestre. Era un caso di conservatorismo?

“Ad ogni modo, la sfida nel 2° trimestre rimane che per la metà posteriore SOFI dovrebbe raggiungere $ 39 milioni nel 3° e 4° trimestre”, ha scritto. “Gli investitori dovrebbero ricordare che lo statuto della banca dovrebbe portare una redditività molto migliore nella seconda metà dell’anno a causa del NIM più elevato / periodi di detenzione più lunghi”.

Valuta il titolo come un acquisto e ha aumentato il suo obiettivo di prezzo di un dollaro a $ 8.

L’analista di Keefe, Bruyette e Woods Michael Perito ha affermato che le ultime modifiche alla guida per l’intero anno di SoFi sembravano riflettere principalmente la performance del secondo trimestre piuttosto che le nuove aspettative per il saldo dell’anno, e ha indicato che stava ancora adottando un approccio più cauto posizione.

“Le nostre prospettive continuano ad essere un po’ prudenti rispetto al consenso, in gran parte sulla base della nostra ipotesi che la leva/scala degli utili nel segmento dei servizi finanziari e della tecnologia potrebbe richiedere un po’ più di tempo per svilupparsi”, ha scritto. “Sebbene, vorremmo notare che lo slancio di SOFI nella banca dovrebbe presumibilmente essere sostenibile a breve termine”.

Perito ha un rating di mercato e un obiettivo di prezzo di $ 7 sulle azioni SoFi.

E Simuni ha notato che il destino dell’agevolazione del prestito studentesco è ancora in sospeso, anche se SoFi è stata in grado di gestire una buona performance complessiva appoggiandosi ad altre aree del business.

“Non c’è dubbio che l’incertezza sulle azioni del governo federale in materia di sgravio dei prestiti studenteschi rimane un fattore di rischio molto significativo per SoFi”, ha scritto, anche se pensa che il rischio che il governo federale prenda mosse più permanenti per ridurre il debito studentesco sia meno di quanto potrebbe essere “generalmente percepito”.

“Nello scenario più probabile, lo schema di condono del prestito si concentrerebbe sul fornire sollievo ai mutuatari a basso reddito (ad esempio, quelli che guadagnano meno di $ 150.000)”, ha affermato Simuni, ma SoFi si rivolge a clienti a reddito più alto con una media ponderata reddito di $ 170.000.

Ha affermato che la società sta anche ampliando la propria attività di prestito studentesco oltre il rifinanziamento, con prestiti interni alle scuole.

“Seguiremo da vicino la risoluzione della controversia sul prestito studentesco nei prossimi sei mesi e cercheremo che questa risoluzione serva da catalizzatore positivo per il titolo”, ha scritto Simuni, mantenendo un rating sovraperformato e un prezzo obiettivo di $ 10 sulle azioni.