HomeNewsL’indice Dax rimbalza dai minimi: è solo un rally del mercato ribassista?

L’indice Dax rimbalza dai minimi: è solo un rally del mercato ribassista?

Mircea Vasiu

L'indice del mercato azionario tedesco è rimbalzato dai minimi prima della riunione della BCE. È solo un rally del mercato ribassista?

L'indice Dax tedesco è stato uno degli indici europei che è sceso in modo aggressivo dopo che la Russia ha invaso l'Ucraina. Questo perché molte aziende tedesche hanno fatto affari in Russia, inoltre il paese è fortemente dipendente dal gas russo.

Pertanto, gli investitori hanno pensato di ridurre l'esposizione al mercato azionario tedesco almeno fino a quando non sarà più chiaro dove si dirigerà questo conflitto. Inoltre, la banca centrale subisce pressioni affinché reagisca all'aumento dell'inflazione, per cui le prospettive di inasprimento della politica monetaria unite all'incertezza generata da un conflitto militare hanno recentemente portato a un forte calo.

Da un punto di vista tecnico, l'indice ha trovato supporto in una precedente area di resistenza. È tornato ai livelli visti nel 2020, ma è rimbalzato bruscamente dai minimi. La grande domanda qui è: questo è solo un rally del mercato ribassista o no?

I rally sono molto più aggressivi durante un mercato ribassista che durante i mercati rialzisti. Tendono ad avere un forte impatto sugli investitori e spesso sono falsi rialzi.


Il conflitto Russia-Ucraina ha quasi cancellato i guadagni innescati dall'annuncio del vaccino COVID-19

I mercati azionari sono influenzati da fattori fondamentali e tecnici. Il Dax sembra reagire pesantemente agli eventi macro, come riflette il grafico sopra.

Nella prima metà del 2020, l'indice ha registrato un forte calo a causa della pandemia di COVID-19. Il successivo rialzo che ne è seguito è stato innescato principalmente dalla reazione delle banche centrali e dei governi e dall'allentamento delle politiche monetarie e fiscali.

Andando avanti, l'annuncio dei vaccini COVID-19 ha innescato un altro rally nei mercati azionari mondiali, ma Dax ha trovato impossibile mantenere oltre 16.000 punti, dove ha incontrato una forte resistenza.

Nemmeno il fatto che abbia ampliato il suo numero di componenti da 30 a 40 è stato sufficiente a sostenere il rally. L'idea era che introducendo nuove e moderne società nell'indice, sarebbe diventato più attraente per gli investitori.

E poi è iniziato il conflitto in Ucraina. Dax ha realizzato un double top pattern sopra 16.000. Pertanto, gli investitori sono stati "avvertiti" di una possibile inversione ben prima dell'inizio della guerra.

Ora che è rimbalzato dal supporto, il dilemma è se si tratta di un rally del mercato ribassista. Se sì, il supporto non reggerebbe la seconda volta.