HomeNewsJack Dorsey si fida di Elon Musk e Twitter accetta l’offerta da 44mrd$

Jack Dorsey si fida di Elon Musk e Twitter accetta l’offerta da 44mrd$

Hassan Maishera

Il fondatore di Twitter, Jack Dorsey, afferma che Elon Musk è l’unica soluzione di cui si fida per portare l’azienda ad un altro livello.

Il consiglio di amministrazione di Twitter ha accettato l’offerta di 44 miliardi di dollari di Elon Musk per acquisire il gigante dei social media e rendere l’azienda privata.

Jack Dorsey, fondatore ed ex CEO di Twitter, ha commentato questo ultimo sviluppo. Secondo Dorsey, rendere Twitter privato è la cosa migliore che Elon Musk può fare. Dorsey ha detto:

“Adoro Twitter. Twitter è la cosa più vicina che abbiamo ad una coscienza globale. L’idea e il servizio sono tutto ciò che conta per me e farò tutto il necessario per proteggere entrambi. Twitter come azienda è sempre stato il mio unico pensiero ed il mio più grande rimpianto. È stato di proprietà di Wall Street e del modello pubblicitario. Riprenderlo da Wall Street è il primo passo da fare”.

Dorsey ha sottolineato che per quanto non voglia che Twitter sia gestito da una singola persona o entità, Musk è l’unica soluzione di cui si fida attualmente. L’ex capo di Twitter ha detto:

“In linea di principio, non credo che nessuno dovrebbe possedere o gestire Twitter. Deve essere un bene pubblico a livello di protocollo, non un’azienda. A parte questo, tuttavia, Elon è l’unica soluzione di cui mi fido. Confido nella sua idea di estendere la luce della coscienza”.

Elon Musk ha discusso del suo desiderio di trasformare Twitter in una piattaforma per la libertà di parola. Il CEO di Tesla si è lamentato del fatto che Twitter non fosse all’altezza del suo potenziale e avesse più valore da offrire agli utenti.

Dorsey ha affermato di essere d’accordo con i punti di Musk, aggiungendo che l’attuale CEO di Twitter, Parag Agrawal, condivide opinioni simili sull’azienda.

Elon Musk ha rivelato all’inizio di questo mese di controllare una partecipazione del 9% in Twitter. Questo è stato seguito, pochi giorni dopo, da un’offerta per acquisire la società di social media dopo aver rifiutato un posto nel consiglio.

L’approvazione da parte del consiglio di amministrazione di Twitter è arrivata meno di due settimane dopo che Musk ha presentato un’offerta per rilevare l’azienda.