HomeNewsÈ sicuro acquistare Nasdaq 100 dopo che ha perso 1.000 punti ad aprile?

È sicuro acquistare Nasdaq 100 dopo che ha perso 1.000 punti ad aprile?

Mircea Vasiu

Il settore tecnologico è in territorio correttivo, come risulta dall’indice Nasdaq 100. È sicuro andare long ora che ha perso 1.000 punti ad aprile?

Dopo essersi ripreso dai minimi del 2022, il settore tecnologico è nuovamente calato ad aprile. L’indice Nasdaq 100 è rappresentativo, poiché è sceso da 15.200 agli attuali 14.000, principalmente a causa di scarsi guadagni.

Una delle società che ha riportato guadagni bassi questa settimana è stata Netflix. Ha perso abbonati per la prima volta in un decennio e ciò ha spaventato gli investitori. Di conseguenza, il prezzo delle azioni è sceso di oltre il -30% in una sola sessione di trading.

In ogni caso sale la pressione sul Nasdaq 100, che ha avuto una correzione dai massimi del 2021 più di altri indici statunitensi. È ora di comprare il calo?

Il possibile modello testa e spalle inverso supporta un caso rialzista

Da un punto di vista tecnico, il mercato sembra formare un modello testa e spalle inverso. Il calo di questo mese ha raggiunto l’area in cui il consolidamento potrebbe iniziare ad essere la spalla destra del pattern.

In tal caso, l’indice Nasdaq 100 dovrebbe rimbalzare e spostarsi verso la scollatura, a 15.200 punti. Una rottura sopra questo livello sarebbe ancora più rialzista perché implica che il prossimo livello di interesse dei trader è la mossa misurata, vista sopra i 17.200 punti.

L’eccessivo inasprimento della Fed potrebbe danneggiare le azioni

Un calo al di sotto del doppio minimo nell’area 13.200 invaliderebbe il pattern testa e spalle inverso. Ma cosa potrebbe causare tale calo?

Una delle cause potrebbe essere l’eccessivo inasprimento della Fed. La Federal Reserve sta combattendo l’inflazione più alta degli ultimi quattro decenni e ha avvertito i mercati che potrebbe aumentare i tassi di interesse più velocemente, anche a costo di rallentare l’economia.

A differenza di altre parti del mondo, dove sono principalmente i prezzi elevati dell’energia a guidare l’inflazione, la Fed si occupa di un ampio aumento di base dei prezzi di beni e servizi. Per molti partecipanti al mercato, la Fed è già rimasta indietro quindi deve agire il prima possibile.

Lo ha fatto nella scorsa riunione, ma ha prodotto solo un aumento del tasso di un quarto di punto base. Di conseguenza, il mercato si aspetta molto di più da lei, come ad esempio un aumento del tasso di 50 pb alla prossima riunione.

Tali aumenti dovrebbero danneggiare le azioni a meno che esse non siano già prezzate. Pertanto, la chiave per la performance futura del Nasdaq 100 risiede in quanto sono già prezzati i futuri rialzi dei tassi.