HomeNewsDovreste comprare o vendere Dow Jones prima dell’imminente aumento dei tassi della Fed?

Dovreste comprare o vendere Dow Jones prima dell’imminente aumento dei tassi della Fed?

Mircea Vasiu

Le azioni statunitensi hanno iniziato il secondo trimestre in rialzo, ma i timori di aumenti aggressivi dei tassi potrebbero spaventare gli investitori. Quindi dovreste comprare o vendere Dow Jones prima che ci sia il prossimo incontro della Fed?

Il mercato azionario ha iniziato in modo difficile l'anno di negoziazione. Si è corretto dai massimi storici fissati alla fine del 2021 e, per molti investitori, un mercato ribassista era inevitabile.

Dopotutto, tutto indicava un ulteriore ribasso: la Fed ha iniziato un ciclo di inasprimento, l'inflazione è andata fuori controllo e la guerra è iniziata nell'Europa orientale. Gli investitori avevano tutte le ragioni per essere spaventati e incassare i profitti ricavati dall'acquisto del calo della pandemia di COVID-19.

Ma il trading non è così semplice come potrebbe sembrare. Scegliere i massimi e i minimi è pura fortuna e spesso il mercato si muove in modo irrazionale.

E così è stato di recente. Nonostante tutto quanto sopra menzionato, il mercato azionario è rimbalzato, recuperando la maggior parte delle perdite.

Dow Jones ha aperto la strada. Ha rimbalzato di 3.000 punti dai minimi del 2022, ma questo rimbalzo è solo un rally del mercato ribassista? O siamo pronti a vedere presto un nuovo massimo storico?

Il caso ribassista

Il grafico giornaliero suggerisce che si potrebbe star preparando un possibile modello testa e spalle. Se ciò è corretto, i ribassisti vorrebbero vedere una chiusura al di sotto dell'area cardine indicata nel grafico sopra.

Una chiusura giornaliera al di sotto dell'area dovrebbe innescare ulteriori ribassi. Poiché la mossa misurata segnala un calo al di sotto di 30.000 punti, probabilmente attirerebbe più venditori.

Il caso rialzista

D'altra parte, il mercato non è ancora sceso al di sotto dell'area cardine. Questa zona centrale funge da scollatura della testa e delle spalle, ma il Dow Jones ha fatto un ottimo lavoro tenendovisi sopra finora.

In altre parole, nonostante il possibile pattern di inversione, il bias rimane rialzista mentre il mercato viene scambiato al di sopra della neckline. Finché lo fa, non dovrebbe essere escluso un altro tentativo di raggiungere i massimi storici.

Cosa ha segnalato la Fed?

La Fed è dappertutto, segnalando una stretta monetaria maggiore. Da un aumento dei tassi di 50 punti base a maggio ad aumenti dei tassi di 50 punti base ad ogni riunione, i membri della Fed hanno sottolineato la necessità di affrontare l'inflazione con tassi molto più elevati.

Inoltre, presto inizierà la riduzione del bilancio. Di conseguenza, le condizioni finanziarie si inaspriranno, il che dovrebbe avere un impatto negativo sul mercato azionario.

Ma il mercato azionario non si è comportato come al solito da quando è iniziata la pandemia di COVID-19. Allora perché dovrebbe farlo ora?