HomeNewsDovreste acquistare azioni del Regno Unito mentre il mercato del lavoro si rialza?

Dovreste acquistare azioni del Regno Unito mentre il mercato del lavoro si rialza?

Mircea Vasiu

Il mercato del lavoro nel Regno Unito è caldo, come dimostrano i dati sull’occupazione pubblicati all’inizio di oggi. Quindi dovreste comprare azioni del Regno Unito in un mercato del lavoro forte?

All’inizio di oggi la Claimant Count Change e il tasso di disoccupazione nel Regno Unito hanno rivelato che il mercato del lavoro è forte. Come previsto, il tasso di disoccupazione è sceso al 3,8% e anche i richiedenti sussidi sono scesi, raggiungendo livelli mai visti dall’inizio della pandemia di COVID-19.

I dati hanno rivelato che ora c’è un posto vacante per ogni lavoratore disoccupato, qualcosa che non si vedeva dai primi anni 2000. Inoltre, le pressioni salariali iniziano a crescere, con molti settori ben al di sopra della crescita salariale media tendenziale, come i trasporti, lo stoccaggio e l’IT e le comunicazioni.

Un mercato del lavoro forte porta ad un’economia forte e quindi ha un impatto anche sul mercato azionario. Pertanto, non sorprende che l’indice FTSE 100, il principale indice del mercato azionario del Regno Unito, abbia cancellato tutte le perdite del 2022 e ora stia facendo pressioni contro i massimi.

FTSE 100 ha cancellato tutte le perdite del 2022

L’indice FTSE 100 è tornato ai suoi massimi dopo aver recuperato tutte le perdite del 2022. Ora affronta una resistenza orizzontale a 7.600 punti e flirta con un nuovo massimo.

Il mercato è rimbalzato dal forte supporto visto in area 6.800 sul retro della banca centrale, segnalando una pausa nel ciclo di stretta monetaria. Dopo aver effettuato un paio di aumenti dei tassi, la Banca d’Inghilterra ha affermato che preferisce aspettare e vedere ulteriori dati per poi decidere se sono necessari ulteriori aumenti.

In quanto tale, il mercato è rimbalzato e ha cancellato tutte le perdite del 2022. Inoltre, la valuta locale, la sterlina britannica, è debole, alimentando così il rally del mercato azionario. Il tasso di cambio GBP/USD, ad esempio, è a 1,30, in calo rispetto a 1,42 di un anno fa.

Tutto sommato, con la Banca d’Inghilterra in pausa e una valuta debole, l’indice FTSE 100 sembra pronto a raggiungere nuovi massimi. Inoltre, i dati sull’inflazione previsti per il rilascio domani potrebbero offrire ai trader un altro incentivo ad acquistare azioni britanniche.