HomeNewsCome ti piacciono quelle mele? Stock potrebbe ottenere un iPhone 14 Pop

Come ti piacciono quelle mele? Stock potrebbe ottenere un iPhone 14 Pop

News Team

Le azioni di Apple Inc (NASDAQ: AAPL) sono state un limone quest’anno. Le azioni sono scese di oltre il 10% finora nel 2022 e Apple è scambiata di circa il 15% al di sotto del massimo storico raggiunto all’inizio di gennaio.

Ma con i nuovi iPhone che verranno rivelati mercoledì, le aspettative per le forti vendite durante le festività – e tutte le entrate degli abbonamenti che ne derivano – saranno sufficienti per trasformare le azioni Apple da rosse a verdi?

Apple Inc (NASDAQ: AAPL) ha avuto un po’ di slancio di recente. Le azioni sono aumentate di oltre il 7% negli ultimi tre mesi. Vale anche la pena notare che Apple non sta andando così male come il mercato più ampio e il resto delle azioni FAANG. Gli investitori trovano conforto nella crescita stabile degli utili di Apple e nel solido bilancio, anche in questi tempi tumultuosi.

L’S&P 500, ad esempio, quest’anno è sceso di quasi il 18% mentre il proprietario di Facebook Meta Platforms Inc (NASDAQ: META), Amazon.com, Inc. (NASDAQ: AMZN), Netflix Inc (NASDAQ: NFLX) e il genitore di Google Alphabet Inc. (NASDAQ: GOOGL) sono stati particolarmente colpiti. Amazon e Alphabet hanno perso quasi il 25% nel 2022, mentre Meta e Netflix sono crollati entrambi di oltre il 50%.

Gli investitori sembrano scommettere sul fatto che il nuovo lotto di iPhone porterà a solidi balzi nei profitti per Apple.

Gli analisti prevedono un aumento degli utili per azione di quasi il 9% per questo anno fiscale e di circa il 6% per il 2023, rendimenti rispettabili per un’azienda grande come Apple. Si prevede che il gigante della tecnologia genererà 392,5 miliardi di dollari di vendite quest’anno e Apple è l’azienda più preziosa al mondo, con una capitalizzazione di mercato di 2,5 trilioni di dollari.

L’azienda genera un’enorme quantità di denaro da una nuova linea di iPhone man mano che i clienti esistenti effettuano l’aggiornamento e alcune resistenze passano dai dispositivi Android. Apple guadagna anche un sacco di soldi dalla sua redditizia unità di servizi, abbonamenti per iCloud, Apple Music, Apple TV+ e altri vantaggi per gli utenti di iPhone, iPad e Mac.

“Tutta la confusione attorno al ciclo di aggiornamento di iPhone 14 dovrebbe aiutare Apple a breve termine”, ha affermato Jordan Kahn, chief investment officer di ACM Funds. Kahn possiede Apple nell’ACM Dynamic Opportunity Fund.

Un analista pensa che più utenti iPhone del solito cercheranno di ottenere un nuovo dispositivo dopo questo lancio. Questo perché sembra che molti clienti si siano aggrappati agli iPhone per periodi di tempo più lunghi prima di ottenere gli aggiornamenti. (Questo giornalista ha ostinatamente mantenuto il suo antico iPhone 8 Plus, in parte per paura di perdere il pulsante Home). Il rilascio di nuovi dispositivi potrebbe richiedere a quegli utenti di eseguire finalmente l’aggiornamento.

L’analista di Wedbush Securities Daniel Ives ha osservato in un rapporto che l’ordine iniziale di Apple per 90 milioni di iPhone 14 è più o meno piatto rispetto a quello che aveva ordinato per l’iPhone 13, anche con la “creazione di macro nuvole temporalesche”. Quindi Apple chiaramente si aspetta ancora che i suoi dispositivi vengano venduti anche se la spesa dei consumatori rallenta in modo più ampio.

“Questo parla della storia della domanda sottostante che Apple prevede per questa prossima versione di iPhone con le nostre stime che 240 milioni di 1 miliardo di utenti di iPhone in tutto il mondo non hanno aggiornato i loro telefoni in oltre 3,5 anni”, ha aggiunto Ives.

Apple beneficia anche del fatto che si tratta di un titolo amato non solo dai singoli investitori ma anche dai colossi di Wall Street.

Secondo una ricerca degli strateghi di mercato di Goldman Sachs, alla fine del secondo trimestre Apple era una delle prime scelte sia dei fondi comuni di investimento che degli hedge fund, insieme ad altre società tecnologiche megacap tra cui Amazon, NVIDIA Corporation (NASDAQ: NVDA) e Tesla Inc. (NASDAQ: TSLA).

Apple è quella bestia rara, un titolo che è ancora abbastanza eccitante per la folla in crescita, ma è anche attraente per valutare gli investitori grazie al suo prezzo ragionevole, alla propensione al riacquisto di azioni per aumentare i guadagni e un dividendo in costante crescita.