HomeNews3 motivi per vendere Facebook nonostante il calo del prezzo delle azioni

3 motivi per vendere Facebook nonostante il calo del prezzo delle azioni

Mircea Vasiu

Meta, la società dietro Facebook, ha visto il prezzo delle sue azioni diminuire in modo massiccio dopo gli ultimi guadagni trimestrali. Se non ci fosse un rimbalzo nel frattempo, c'è la possibilità che scendano ulteriormente?

Uno degli eventi più scioccanti nei mercati finanziari si è verificato di recente, quando le azioni di Meta, la società madre di Facebook, hanno visto un calo record del prezzo dopo la pubblicazione degli ultimi guadagni trimestrali. A dire il vero, le aspettative per il trimestre erano elevate, visto quanto riportato dai concorrenti, ma il calo del prezzo delle azioni è stato innescato da qualcosa di più di un semplice mancato guadagno.

Sembra che il modello di business di Facebook sia minacciato da concorrenti e autorità di regolamentazione. Quindi, ecco tre motivi per vendere azioni Meta:

  • La fascia demografica più giovane non usa più Facebook
  • Le modifiche alle impostazioni sulla privacy influiscono sulle entrate
  • Il quadro tecnico è diventato ribassista

La fascia demografica più giovane si sta spostando

Uno dei problemi con Facebook è che i giovani "migrano" verso i social concorrenti. Se si chiede ad un adolescente oggi il suo profilo sui social media, a malapena si sentirà nominare Facebook.

Invece, verranno nominati TikTok o Snapchat.

Secondo uno studio recente, solo il 27% degli adolescenti di oggi utilizza Facebook, un netto calo rispetto al 97% di dieci anni fa.

Le modifiche alle impostazioni sulla privacy influiscono sul modello di business

Un altro problema viene dalla regolamentazione. Meta ha dovuto modificare le impostazioni sulla privacy, cosa che colpirà duramente i ricavi nel primo trimestre del 2022.

Uno dei modi in cui Facebook ha guadagnato denaro è stato quello di rintracciare l'attività su Internet dei suoi utenti e venderla a terzi. Con le recenti modifiche alle impostazioni sulla privacy, non sarà più in grado di farlo; quindi gli investitori sono spaventati e stanno vendendo le azioni.

Il quadro tecnico è diventato ribassista

Infine, c'è il quadro tecnico. Il titolo ha raggiunto un massimo sopra i 360$ e poi ha formato un modello di inversione: un triangolo.

Il mercato si è consolidato durante la formazione del triangolo e poi è crollato al ribasso dopo l'ultima chiamata agli utili. Nel suo movimento al ribasso, il prezzo delle azioni ha raggiunto un forte supporto orizzontale dato da un'area che in precedenza fungeva da resistenza.

Tuttavia, senza un rimbalzo significativo, i venditori probabilmente spingeranno per ottenere di più. In altre parole, il quadro tecnico è diventato ribassista e l'azione sui prezzi sembra debole. A meno che il prezzo non torni al di sopra di 320$, la tendenza è ribassista.